fbpx

Karaoke: da Fiorello a oggi. Le mode e gli strumenti in uso

Erano gli anni ’90 quando Fiorello, con i suoi capelli lunghi legati lanciava la moda del Karaoke nelle case di tutti gli italiani.

Il programma, lanciato sulle reti Mediaset nel 1992, è durato solo tre anni ma di fatto ha lanciato una moda e una tendenza negli italiani.

Oggi sono diverse migliaia gli italiani che “fanno il Karaoke”, come si suol dire.

Che cos’è il Karaoke?

Sono cioè diverse decine di migliaia le persone che avendo un microfono e una base musicale iniziano a cantare.

Di fatto il Karaoke è questo: una base musicale preregistrata diffusa per mezzo di casse attive che, per mezzo di un microfono danno la possibilità a chiunque di cantare.

 

L’evoluzione del Karaoke dal 1992 a oggi

Nel 1992, quando Fiorello lanciava in TV questa attività ricreativa, la richiesta di impianti audio e microfoni senza file aumentò vertiginosamente. A seguire aumentarono le esigenze delle persone che cantavano, così cominciarono ad aumentare notevolmente anche le società che creavano basi per il Karaoke. Negli anni ’90 e nei primi anni duemila, con l’avvento dei sequencer e degli arranger, anche le basi cominciarono a migliorare notevolmente di qualità, dando la possibilità a chiunque di esibirsi in pubblico con delle attrezzature per il Karaoke di buona qualità.

La tecnologia avanza di secondo in secondo, così alcune aziende hanno cominciato a settorializzare i loro prodotti creando apparecchiature sempre più adatte a chi fa Karaoke, ma non solo a chi vuole esibirsi, ma anche per tutti coloro che acquistano apparecchiature per i live per poi poterle mettere a disposizione degli utenti.

 

Il Karaoke oggi

Oggi il Karaoke di Fiorello non esiste più, ma da quegli anni l’evoluzione della attrezzature per Karaoke è cambiata radicalmente.  Alcune aziende come La Yamaha, ad esempio, hanno creato dei pianoforti digitali con funzione di arranger in grado non solo di leggere tutte le basi per Karaoke in commercio, ma hanno anche un microfono di qualità incluso, o applicabile, in modo da consentire a chi suona e si esibisce nel karaoke, di cantare dal vivo senza dover collegare altro al proprio pianoforte digitale. Il pianoforte digitale Yamaha DGX 660 ne è l’esempio concreto.

 

La apparecchiature per il Karaoke

Non solo i pianoforti digitali, ma anche le casse attive e le casse amplificate in genere sono ormai divenute, e chiamate da molti, casse per karaoke; vale a dire casse che hanno caratteristiche tali per cui, o per potenza, o per qualità o per comodità sono perfette per essere utilizzate per questa attività ricreativa di gran moda nel nostro Paese.

Per chi volesse divertirsi spendendo poco, ci sono anche soluzione All in One, come la Star della Technosound che offre la possibilità di avere ad un prezzo davvero conveniente la cassa amplificata con microfono incluso e il collegamento bluetooth e wireless per mandare le basi.

Per i professionisti, o per chi è deciso ad investite cifre maggiori, ci sono degli impianti audio di ottima qualità che offrono grandi performance, come la DB Techonologies.

sistema dbtechnologies-casse-attive-per-karaoke

Call Now Button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi